La bufala sul complotto dei potenti per il vaccino del Coronavirus

La pandemia è un complotto dei cosiddetti “poteri forti” per costringere il mondo a sottoporsi a un vaccino?

E chi sarebbero i burattinai di questa pandemia?

Più o meno i soliti noti: ovvero i politici Bill Clinton e Hillary Clinton, il filantropo e fondatore di Microsoft Bill Gates, Big Pharma ed Anthony Fauci, immunologo e consigliere della Casa Bianca.

Tutti pronti a trarre profitto da un vaccino da somministrare a tutto il mondo.

In un periodo in cui affidiamo le nostre speranze oltre che nella capacità di sopportazione eroica di medici e infermieri alla capacità della scienza di sviluppare farmaci o addirittura vaccini in grado di toglierci dall’incubo del coronavirus, è possibile che dimentichiamo che quella farmaceutica è una lobby che ha nel suo Dna il gene della massimizzazione dei profitti.

Eppure, nel caos della pandemia globale, basterebbe un’occhiata ai titoli delle borse per capire che uno dei pochi settori che non crolla (tutt’altro) è proprio quello di Big Pharma.

Gli ex lobbisti di punta di Eli Lilly e Gilead ora fanno parte della Task Force del Coronavirus della Casa Bianca. Azar è stato direttore delle operazioni statunitensi per Eli Lilly e ha fatto pressioni per la società, mentre Joe Grogan, che ora è direttore del Domestic Policy Council, è stato il principale lobbista di Gilead Sciences.

Sarà tutta una bufala ?

5G, tutto sarà connesso

Scaricare programmi pesanti o vedere film in 4K in mobilità non sarà più un problema. Soprattutto, il 5G permetterà di rendere realtà tutti quei progetti che oggi sembrano fantascienza: si pensi, per esempio, alle auto connesse, alla digitalizzazione delle infrastrutture stradali, all’Internet of Things, alle smart home ed a tutte quelle nuove tecnologie che richiederebbero una costante presenza di una rete a banda larghissima per funzionare.

Continua a leggere 5G, tutto sarà connesso

Twitter sfida Facebook

twitter-Twitter da oggi permette di inviare tweet privati a destinatari singoli o gruppi, sfidando Facebook e cercando di colmare il gap con la concorrenza. Come anticipato alcuni giorni fa dal CEO della società, Dick Costolo, Twitter è pronta ad introdurre diverse novità, come quella lanciata proprio oggi e che consente agli utenti di inviare tweet privati […]

Leggi l’intero articolo su Keyforweb.it