Il tuo PC no è da buttare!!! esiste “Trashware”

trashawareIl termine “trashware” significa recupero dell’hardware dismesso a scopi benefici o di smaltimento.
La produzione di “spazzatura high-tech” è legata a fattori come l’innovazione tecnologica ed ad una informazioni e legislazione inadeguata per lo smaltimento dell’hardware.

La vita di un PC si è accorciata di molto, se negli anni ’70 durava dieci anni, oggi non dura più di quattro anni, questo dovuto soprattutto all’evoluzione del software così veloce da imporre all’utente, l’abbandono dell’hardware.

Per questi motivi le aziende, i privati e la  si trovano spesso nella necessità di cambiare il lo patrimonio informatico, con l’annoso problema della collocazione delle apparecchiature sostituite magari ancora funzionanti e utilizzabili.

Ora quando il PC è ancora efficiente esiste la possibilità di trovare nuove destinazioni d’uso e nuovi utenti, mentre quando l’hardware è irrimediabilmente guasto, l’unica strada è quella dello smaltimento come rifiuto speciale, e pertanto dove lo buttiamo? ricordatevi che “Il pc che abbiamo buttato nel cassonetto si ripresenterà nel nostro piatto”.

Condividi l'articolo

Pubblicato da

Avatar

massimo

Analista e Programmatore, Elettronico, Esperto in Gestione Aziendale, Esperto Soluzioni Open Source. (I am a Consultant Analyst / Programmer specialized in Open Source technologies and an Expert in alternative energy and Home Automation). Author of: Phasis "Gestionale Open Source"; SeeCall "Sistema Gestione Call Center"; PiGamma "Sistema Gestione Sicurezza e Prevenzione RSPP"; Seebox “micro PC” project Electronics & PC, Building Automation Domotica (SimplyDOM), Salute & Benessere, Industrial Automation.